Spinello, Buonarota, Olzer Trio
"Wonderland"

Degustazione buffet

Degustazione vini

Spinello, Buonarota, Olzer Trio - "Wonderland"

ll progetto “Wonderland” nasce dall’amore per le composizioni di uno dei più grandi artisti della scena pop mondiale che più ha influenzato la musica contemporanea a 360 gradi: Stevie Wonder, massimo esponente della black e soul music.
Un viaggio in chiave jazz nella vita e nella musica di questo grandissimo artista.
Un racconto reso suggestivo grazie alla rivisitazione dei suoi brani più struggenti e carichi di pathos. Il progetto propone anche composizioni inedite ispirate alla sua poetica.

Sonia Spinello
Sonia Spinello nasce il 26/07/1974 in provincia di Pavia.
Si avvicina al canto sin dalla giovane età studiando con gli insegnanti: Marco Roncaglia (tecnica lirica), Paola Milzani, Angela Baggi (con cui ha poi collaborato) Jasmine La Bianco, Eloisa Francia, Elisa Turlà, Albert Hera, Riccardo Del Togno (pianoforte e armonia).
Nel 2001 studia presso il Centro Jazz di Torino e approfondisce gli studi di tecnica vocale studiando il metodo di Seth Riggs (Speech Level Singing). Partecipa a numerose master class e corsi di perfezionamento.
Nel 2005 segue il “Corso di perfezionamento insegnanti di canto” con Neil Semer (ManhattanSchool of Music, New York).
Nel 2007 parrtecipa a seminari con Loretta Martinez (Voicecraft) e Albert Hera (Circle Song).
Nel 2008, sempre con Albert Hera, si iscrive all’Istituto Baravalle di Fossano (CN) dove partecipa alle sue Master Class.
Si esibisce in molte rassegne jazz e jazz club d’Italia: Spotorno in Jazz, Ameno Blues, Orta in Jazz, Teate Winter Festival, Jazz and More, Piceno Classica, Pianfiorito in Jazz, Jazz’Altro, Winfried Gruber di Bressanone, Candiani Groove di Mestre, Jazz in alta Quota, Jam Festival 2016, Open Papyrus Jazz Festival di Ivrea, Mariani Jazz Club di Ravenna, Red Note Jazz di Alessandria, Jazz Club Varese e molti altri.
Da oltre vent'anni si dedica alla didattica e alla sperimentazione vocale.
Attualmente, insieme a Lorenzo Cominoli ricopre il ruolo di direttrice della Four Music School la scuola di musica del Teatro Rosmini di Borgomanero e fonda il Jazz Club Borgomanero sempre con sede al Teatro Rosmini, inoltre dal 2016 è la direttrice artistica di Orta Jazz Festival e Omegna Jazz Club.
Collaborazioni:
La sua attività professionale la porta a collaborare in veste di solista e corista con diverse formazioni e molti musicisti tra i quali: Gianni Cazzola, Fabio Buonarota, Michele Tacchi, Marco Micheli, Luca Cacucciolo, Rodolfo Guerra, Maurizio Brunod, Aldo Mella, Yuri Goloubev, Roberto Olzer, Riccardo Del Togno, Carmelo Isgrò, Paolo Birro, Alfredo Ferrario, Marcello Testa, Mauro Beggio, Max De Aloe, Lorenzo Cominoli, Antonio Fusco, Claudio Guida, Nicola Stranieri e molti altri...
Dal 2008 al 2012 è coautrice e compositrice di numerosi brani di musica pop insieme a Chuck Rolando (Sony Music) e Riccardo Del Togno.
Nel maggio del 2015 viene pubblicato Billie Holiday Project , primo disco dell’omonimo progetto, per Abeat Records, un viaggio nella vita di una delle più grandi interpreti del jazz. Ad Ottobre del 2016 sempre per Abeat Record viene pubblicato Wonderland, un omaggio in chiave jazz ispirato a Stevie Wonder.

Fabio Buonarota
Si diploma in tromba nel 1997 presso il Conservatorio "G. Cantelli" di Novara sotto la guida di C. Colliard; frequenza dell'Accademia Internazionale di perfezionamento "L. Perosi" di Biella con G. Touvron; partecipazione a corsi di perfezionamento tenuti da M. Sommerhalder, V. Globokar, R. Bobo; partecipazione a corsi di musica pop, latino-americana, jazz (improvvisazione) sotto la guida di D. Morselli, D. Ghidoni, E. Soana, M. Bozza, M. Tamburini.
Dieci anni di studio di pianoforte classico e moderno presso istituti privati.
Collaborazioni:
Paolo Tomelleri, Enrico Intra, Civica Big Band, Monday Orchestra (feauturing Bob Mintzer e Randy Brecker), Mario Biondi, Tony Arco, Gigi Ciffarelli, Andrew Hill, Rudy Migliardi, Gianni Cazzola, Claudio “Wally” Allifranchini, Max De Aloe, Avant Orchestra feauturing Franco Cerri, Emilio Soana, Israel Varela, Good Fellas, Walter Calloni, Cochi e Renato, Christian De Sica, Vallanzaska, Shandon, Sincopa Latina, Royal Cuba, Vince Tempera.
Collaborazioni (solista e/o sezione) con formazioni varie jazz, funk, pop, latina con saltuarie partecipazioni a programmi televisivi (London Live 2.0, Volare, Play it, Rock TV live, Ciro, Saturday Night Live).
Attualmente è la prima tromba di Mario Biondi.

Roberto Olzer
Nato nel 1971 a Domodossola, si dedica sin dall’infanzia allo studio del pianoforte, e successivamente dell’organo, sotto la guida del M° Giancarlo Parodi, col quale nel 1994 si diploma in Organo e Composizione Organistica al Conservatorio G. Verdi di Milano.
L’attività concertistica, che svolge sia come organista che come pianista, in ambito classico e jazzistico, e che lo ha portato ad esibirsi in Italia, Svizzera, Francia ed Inghilterra, in importanti sedi e festival quali Time in Jazz (Sardegna), Fano Jazz by the Sea, Musica sulle Bocche, Iseo Jazz, Gallarate Jazz Festival, MITO, Blue Note di Milano, Casa del Jazz di Roma, Piazza Verdi (Radio Rai tre), Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi, Conservatorio di Cholet, Bangor New Music Festival (UK).
Tra le collaborazioni più significative, oltre ai musicisti coinvolti nei progetti già menzionati, quelle con Chris Collins, Paolo Tomelleri, Emilio Soana, Marcello Rosa, Bruno de Filippi, Roberto Rossi, Danilo Moccia, Lalo Conversano, Luciano Zadro, Marco Conti, Marco Zanoli, Steve Mead, Matteo Giudici, Diana Torto, Barbara Casini, Asaf Sirkis, Antonella Ruggero, Andrea Dulbecco, Bebo Ferra, Ramberto Ciammarughi.

Ore 19.30: Degustazione
Ore 21.00: Concerto

Biglietto singolo: 15,00 € con possibilità di prenotare la poltrona
Abbonamento per 8 concerti: 100,00 €

Indietro