Simona Bencini
Jazzin' On The Dance Floor

Degustazione buffet

Degustazione vini

Inaugurazione: Simona Bencini "Jazzin' on the dance floor"

Simona Bencini, presenza e voce inconfondibile dei Dirotta su Cuba, ha da qualche anno cominciato a cantare e ad appassionarsi al jazz.
In realtà l'incontro con importanti rappresentanti della scena jazz avviene già agli inizi della sua carriera coi Dirotta su Cuba.
Nel 1997 sale con lei sul palco del Festival di Sanremo, ospite del brano "E' andata così", il più grande armonicista del mondo Toots Thielemans. Le collaborazioni dei Dirotta su Cuba con grandi musicisti proseguono all'interno dei loro album e durante i loro concerti: Giuseppe Milici, Bruno De Filippi, Mario Rosini, Gigi Cifarelli, Demo Morselli, Alfredo Golino, Mimmo Campanale.
Nel 2001 Simona viene chiamata dal grande pianista ed amico Stefano Bollani per incidere piano e voce il brano" In cerca di te "all'interno dell'album "Abbassa la tua radio". Alla fine della track entrano in perfetto stile dixieland Javier Girotto e Mirco Guerrini ai sassofoni ed un giovanissimo Gianluca Petrella al trombone. Il successo dell'album, dove oltre a Simona compaiono altri importanti artisti italiani della scena pop e jazz - Irene Grandi, Elio, Peppe Servillo, Barbara Casini ecc. - impone presto la partenza di un tour con una super Band (Stefano Bollani, Ares Tavolazzi, Walter Paoli, Javier Girotto, Mirco Guerrini, Gianluca Petrella), tour che toccherà importanti festival e rassegne, fra cui il Premio Tenco e il Grey Cat, e che chiuderà in bellezza al Teatro Mancinelli di Orvieto ad Umbria Jazz Winter.
Nel 2005 esce il suo primo singolo solista "QUESTA VOCE" (Warner), brano intenso ed elegante scritto per lei da Pacifico, dove il pianoforte é suonato magistralmente da Stefano Bollani.
Nel 2007 Simona verrà invitata a cantare nell'album del Parco Della Musica Jazz Orchestra, diretta da Maurizio Giammarco, album allegato a L'Espresso, in cui reinterpreta due brani di Mina, "Sabato Notte" e "Non gioco più", mettendo a frutto così la sua collaborazione con la "Montecarlo Nights Orchestra di Nick The Nightfly.
Nel 2010 decide con l'amico Mario Rosini ed altri validissimi jazzisti della scena pugliese (L.m.g. 4tet alias Mario Rosini, Mimmo Campanale, Gaetano Partipilo, Giuseppe Bassi) di mettere sù un tributo a Duke Ellington, progetto che si evolverá e diventerà un vero e proprio album di inediti e standard, "Spreading love", pubblicato nel 2011 da Groovemaster di Gegé Telesforo e distribuito da Egea che verrà presentato al BlueNote di Milano nel Febbraio 2011. Questo primo album di jazz di Simona & LMG4tet, un incontro fra il jazz e la worldmusic, con influenze che vanno dal funky alla fusion, dalla musica brasiliana allo swing, ben recensito dalle riviste specializzate, le conferisce ufficialmente credibilità nell'ambito jazzistico e continuità nelle sue performance live con svariate formazioni (con i fratelli Deidda, il trio Ragonese- Giorgi- Fioravanti, con Alma Trio Vito Di Modugno-Guido Di Leone-Campanale, Baiardi- Ricci-Comoglio- Furian ecc) e big bands.

Luca Giugno studia presso il Conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria, si diploma nel 1993 in “Jazz Master di Chitarra moderna” presso il C.D.M. (Centro Didattico Musicale) con Luciano Zadro, Filippo Daccò, Giorgio Azzolini e Mario Rusca.
Collabora con diversi gruppi Jazz tra i quali spicca il gruppo “Lo Greco Bross” formato dal bassista Enzo Lo Greco e Gianni Lo Greco, con questo gruppo partecipa a numerosi concerti in vari locali Italiani, Capolinea, Grillo Parlante, Ca’ Bianca, Le Scimmie, Tangram, partecipa ad alcune rassegne jazz internazionali suonando in teatri a Bruxelles, Parigi e Ginevra.
Nel corso degli anni collabora con musicisti di grande importanza come Fabrizio Bernasconi, Marco Brioschi, Claudio Tuma, Beppe Pini, Fabio Maggioni, Giorgio di Tullio, Diego Corradin, Cesare Chiodo, Gogo Ghidelli, Giulia Fasolino, Silvano Borzacchiello, Giuglio Granati, Massimo Scoca, Fabio Ciboldi, Riccardo Fioravanti, Antonio Onorato, Pietro Nobile, Stefano DeMaco, Bebo Ferra.
Partecipa inoltre ad alcune tournee italiane: con Giorgia nel tour “Thelma e Louise”, con Francesco Baccini, con Filippo Trojani aprendo tutte le date del tour di Renato Zero “Cattura il sogno 2004” suonando nei maggiori stadi italiani, SanSiro (Mi), Franchi (Fi), Bentegodi (Vr) e Olimpico (Rm), con Rossana Casale, Massimo di Cataldo, Alberto Fortis, nel tour “Fiori sullo schermo futuro live 2005 e 2006”, con quest’ultimo partecipa ad alcune trasmissioni televisive e radiofoniche come “VideoItalia” e in “RAI Radio2”, con Paolo Belli in “GranGalà della pubblicità 2005 Italia1”, con Nek a “Miss Svizzera 2005”.
Collabora inoltre con artisti internazionali come Linda Wesley, Mary Birch, Ronnie Jons, e Garrison Fewell, docente al “Berklee College of Music of Boston”, con quest’ultimo spesso in Europa per concerti, ha stretto un rapporto di ottima amicizia stima reciproca e non meno importante un’ottima consulenza musicale, collaborando insieme in un concerto tenuto al Festival Jazz di Como “Jazz&Co.” Collabora inoltre come corista in 2 prodotti discografici di settore “E ognuno possa cantare” e “dal gregoriano ai beatles”, nel 2001 incide presso il “Mountain Studio” di Montreux (mitico studio di registrazione dei Queen) un disco con la cantante anglo-americana Mary Birch con la co-produzione di Dave Richards (co-produttore dei Queen) curando gli arrangiamenti vocali di alcuni brani.
Collabora con Stefano de Maco grande vocalis e corista, con il gruppo “The Nuchoir and Joifull Noize”. E’ docente di Chitarra Jazz Moderna presso la scuola “Nuova Scuola di Musica” di Balerna (Svizzera), e presso la scuola “Accademia Ticinese di Musica Moderna” a Locarno (Svizzera), è impegnato anche in seminari e workshop sulla tecnica di improvvisazione “Chords over Chords” di Garrison Fewell.
Nel 2009 fonda L'Associazione Otranto Jazz Festival di cui è attualmente Direttore Artistico insieme a Massimo Bortone attualmente presidente Presidente. Ogni terca settimana del mese di luglio a otranto organizza L'"Otranto Jazz Festival" (www.otrantojazzfestival.com) un evento a carattere nazionale e internazionale che vede sfilare sul palcoscenico artisti Jazz di fama mondiale. (Eddie Gomez, Garrison Fewell, Bebo Ferra, Gege Telesforo, Tuck & Patti, Gianni Serino, Franck Harris, Silvano Borzacchiello, Massimo Scoca, Teo Ciavarella, Roberto Spadoni, Bob Stoloff) e tanti altri ancora.

Tony Casuscelli comincia la sua esperienza musicale a 7 anni come clarinettista,per scoprire dopo qualche anno il pianoforte, seguendo studi classici sotto la guida del maestro del conservatorio di Milano Adalberto Tonini, e da lì a poco studiando con i grandi maestri del jazz FRANCO D'ANDREA,ENRICO PIERANNUNZI, SANTE PALUMBO, ultimamente frequenta un seminario con il grandioso Chick Corea.
Attivissimo sulla scena musicale nazionale grazie alla sua versatilità suona in tantissime formazioni spaziando dal Jazz al Pop alla Musica classica, anche come pianista solo. Lavora come pianista e tastierista in varie trasimissioni RAI e MEDIASET. In ambito jazzistico suona da tempo con GIGI CIFARELLI noto chitarrista, con il quale esegue concerti e festival jazz in Italia e all'estero. Ha al suo attivo collaborazioni con FAUSTO LEALI, MINA, TULLIO DE PISCOPO, STEFANO CERRI, FRANCO AMBROSETTI, BRUNO DE FILIPPI, ANDREA BRAIDO, CARL PORTER e molti altri ancora.

Alex Carreri nato a Pizzo Calabro nel 1972, si avvicina alla musica all’età di undici anni suonando la chitarra. Nel 1989 intraprende gli studi classici presso il Conservatorio di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia dove nel 1998 consegue il diploma in Contrabbasso.
Successivamente approfondisce le competenze stilistiche e le abilità tecniche frequentando corsi e master class con: Alain Caron, Joe Zawinul, Janek Gwizdala, Francis Rocco Prestia, Paolo Costa, Rino Zurzolo, Dario Deidda, Riccardo Fioravanti; si diploma in Jazz presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza.
Compiute le prime esperienze musicali suonando il basso elettrico in band pop, rock e blues, nel 1999 si stabilisce al Nord Italia dove inizia l’attività artistica e professionale. Dopo circa due anni AC intraprende un sodalizio artistico con il batterista Giorgio Di Tullio con il quale fonda il progetto Chemical Blend che nel 2006 da il nome al suo album d’esordio edito da Videoradio e Rai Trade.
Contemporaneamente viene ingaggiato per collaborare con importanti musicisti del panorama jazz e fusion nazionale e internazionale tra cui: Eric Marienthal, Paolo Di Sabatino, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Rob Sudduth, Scott Hamilton, Laura Fedele, Luciano Zadro, Tony Arco.
Nel 2003 inizia una lunga collaborazione con la cantautrice Andrea Mirò con la quale realizza diversi concerti in teatri, tv, rassegne nazionali e sessioni in studio di registrazione per l’etichetta discografica Anyway di Enrico Ruggeri, prendendo parte all’incisione degli album: Andrea, A fior di pelle, La Fenice, Elettra e Calliope.
Dal 2004 Alex partecipa a vari festival e rassegne blues in Italia, Olanda, Belgio e Germania,accompagnando black singers statunitensi come: Larry Ray (Drifters), Shakura S’Aida, Louisiana Mojo Queen, Kay Foster Jackson, Barbara Evans e incidendo per l’etichetta l’Azzurra Records.
Nel 2008, grazie a queste ultime esperienze, trova l’ispirazione per scrivere nuove composizioni e realizzare un nuovo progetto originale. Attinge dal blues, dall’hard bop e dal jazz contemporaneo, creando una miscela interessante tra groove e fraseggi jazzistici. Per arrangiare ed incidere i nuovi brani, AC fonda insieme al pianista Gianluca Di Ienno e al sassofonista Tullio Ricci i Groovin’Action. La band, completata dal trombonista Beppe Caruso e dello straordinario e talentuoso sassofonista Mattia Cigalini, l’anno successivo pubblica l’album dal titolo 2nd Street edito da Music Center di Alessio Brocca e distribuito dalla IRD.
A gennaio del 2010 AC viene ingaggiato dalla band Sugarpie & the Candymen con la quale condivide numerose performance live in importanti club europei come: Casabar (Zurigo - CH), Yorckschlosschen jazz club (Berlino - DE), Free Blues club (Stettino - PL), e in prestigiosi festival e manifestazioni come: Jazz Ascona Festival (Svizzera), Summer Jamboree (Senigallia – Italia), La Brasserie di Monaco (Principato di Monaco), Festival del Cinema di Locarno (Svizzera). L’anno successivo Alex prende parte all’incisione dell’album Swing & Roll edito da Irma Records.
Nel 2012 AC prosegue il percorso artistico in qualità di band leader e crea un nuovo progetto invitando Alessio Menconi, Luca Cacucciolo e Maxx Furian. Elabora degli arrangiamenti in chiave jazz contemporaneo su brani cover di artisti e gruppi celebri come: Sade, Beatles, Stevie Wonder, EWF e Depp Purple, e a dicembre dello stesso anno pubblica l’album Don’t you worry ‘bout a thing per l’etichetta Ultrasound Records.

Martino Malacrida nasce il 12 maggio 1988 a Sondrio. Batterista dal 2000, nel 2003 frequenta l’Accademia di Musica Moderna di Milano sino ad ottenere il diploma nel 2007. Successivamente studia al Berklee College of Music di Boston.
Torna da Boston per perfezionare gli studi con Paolo Pellegatti, Giuseppe Cacciola (Percussionista della Scala di Milano) e con Maxx Furian.
Frequenta numerosi master con artisti internazionali quali: Simon Phillips, Horacio “El Negro” Hernandez, Christian Meyer, Mike Mangini, Virgil Donati, Terry Bozzio, John Blackwell, Marco Minneman, Dom Famularo e molti altri.
Nel suo percorso artistico collabora sia in ambito live che in studio con artisti nazionali ed internazionali.
Suona in diverse formazioni di differenti stili musicali quali Alessandro Usai Blues Band, Alex Carpani Band, Bruco Gospel Choir, Cafè Pearls, Malacrida 5et, Not a Good Sign, Simona Bencini & JDF, Syndone.
Lavora per la Compagna della Rancia incidendo la colonna sonora per il musical “Grease”, “Cercasi Cenerentola”, “Next To Normal” e “Cabaret”.
Si esibisce in diverse programmazioni e festival sia in Italia che all’estero in paesi come Francia, Spagna, Germania, Austria, Portogallo, Olanda, Belgio e Slovenia.
Socio fondatore, nonché docente di batteria dell’Accademia Musicale Valsassina. Endorser Vic-Firth, Ludwig e Paiste.

19.30: degustazione di vini locali con Cantine Conti; filoni kamut e rotoli farciti ( cotto, pomodoro, zucchine, formaggio; cotto, carciofi, formaggio; formaggio verdure) di Pistrinum Turris; panettone classico artigianale con salse cioccolato e rum e alla vaniglia di Biscottificio Rossi; patè di olive, olii aromatizzati e olive di Beniamino.
21.00: Concerto

Biglietto singolo: 12.00 €
Abbonamento 8 concerti: 80.00 € con possibilità di riservare il posto per tutta la stagione.

Indietro

© 2014 Jazz Club Borgomanero | Ass. cult. Theatre 4 you | Teatro Rosmini - Via P.Fornari, 16 - 28021 Borgomanero | P.IVA-C.F.02254270032​ | theatre4you.it